Ripensiamo a Mitterrand, torniamo a dare una leadership politica all’Europa.

20 anni fa esatti la Francia e l’Europa davano l’addio a François Mitterrand, leader del PS per 30 anni e presidente francese tra il 1981 e il 1995.
Mitterrand guidò la Francia nel periodo cruciale di passaggio tra la fine del blocco socialista e la costruzione dell’Europa di Maastricht.
Marco Piantini, consigliere del Presidente del Consiglio Matteo Renzi sugli affari europei, delinea su L’Unità un ritratto politico di Mitterrand, mettendo in luce la volontà e la comprensione dei leader europei di quell’epoca – fondamentale il binomio con il cancelliere cristiano-democratico tedesco Kohl – di dare una svolta politica all’integrazione europea.
Per fare il socialismo occorre fare l’Europa, amava affermare Mitterrand: è da queste basi che deve ripartire una moderna forza progressista: leadership per l’Europa, capacità di portare consenso a un progetto di crescita federale dell’UE, battaglia politica per rilanciare occupazione e welfare.
Ecco l’articolo di Marco Piantini apparso su L’Unità lo scorso 8 gennaio, anniversario dei 20 anni dalla scomparsa di François Mitterrand.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *