Manifesto EuDem

EUdem: costruiamo la community del PD sull’Europa

La nostra Europa – Manifesto EuDem
Noi, militanti del Partito Democratico, la più grande forza progressista europea, vogliamo impegnarci per assumere fino in fondo il significato dei cambiamenti profondi che l’Europa porta nelle nostre vite quotidiane, per rilanciarne il progetto di federazione politica e per contrastare i populismi e gli egoismi nazionali che la ostacolano.
Il processo di integrazione europea attraversa una fase di stallo. Sentiamo con preoccupazione il pericolo di un arretramento, di cui l’attacco al Trattato di Schengen è la manifestazione più lampante e distruttiva. Sono ormai urgenti forme anche inedite di cooperazione istituzionale e politica: serve una nuova solidarietà e fiducia tra i cittadini europei.
La crisi europea procede, non a caso, di pari passo con la crisi dei partiti progressisti e socialisti. La vocazione internazionale dei movimenti progressisti viene, infatti, dissipata se la politica e i partiti rimangono in larga misura ancora nazionali: in un mondo sempre più interconnesso bisogna governare i problemi locali immaginando e realizzando soluzioni europee. Il punto di partenza è quindi europeizzare i partiti politici. L’Europa è politica interna e siamo profondamente convinti che essa si salvi solo partendo dai territori. I cittadini europei hanno a cuore i benefici dell’integrazione europea, spesso più dei propri leader politici. Il sogno di un’Europa unita, attore di rilevanza globale, portatrice di valori, di libertà, uguaglianza e solidarietà, non può vivere solo dell’eco dei Padri Fondatori del Dopoguerra. Mai come prima, essa è divenuta patrimonio acquisito delle nuove generazioni dei “millennials”, cresciute in un’Europa senza frontiere.
Un’Europa che però deve ripartire dotandosi di nuovi strumenti sociali e occupazionali in grado di correggere gli effetti della crisi economica globale e dell’austerità. E’ urgente diminuire gli alti tassi di disoccupazione, promuovere l’inserimento professionale attraverso misure più efficaci, sostenere la partecipazione al mercato del lavoro. È imperativo accompagnare la disciplina fiscale con strumenti sovranazionali di politica economica e sociale. A questo scopo, la sinistra non deve subire il superamento della sovranità nazionale. Al contrario, lo deve rivendicare e declinare con risposte di maggiore democrazia e diritti per i cittadini a livello europeo.
In questa battaglia, il Partito Democratico deve essere il perno del rilancio dell’Europa. Riavviare il processo di creazione di un campo politico progressista e federalista è la missione fondativa del Partito Democratico, un partito che deve essere capace di capire e affrontare le sfide della modernità e innovare i valori alla base della sinistra.
Occorre, in primo luogo, una cultura politica nuova: la necessità di delegare funzioni sempre più significative alle istituzioni dell’Unione richiede un ripensamento dei partiti che si proiettano nello spazio politico europeo. In tale scenario diventa prioritario sviluppare programmi e alleanze strategiche con una visione di lungo periodo. Dobbiamo saper esercitare la nostra forza e i risultati dell’azione di governo portando la nostra azione politica più in alto.
Il Partito Democratico deve essere pronto per questa sfida, a tutti i livelli. EuDem si propone come un percorso di discussione aperta tra i circoli e le istanze territoriali, nell’obiettivo di animare una nuova rete del Partito Democratico sull’Europa. Uno spazio politico all’interno del partito in cui strutturare un meccanismo costante di confronto tra realtà locali, nazionali ed europee, per condividere esperienze e possibili soluzioni, nonché per inserire in modo permanente le tematiche di respiro europeo nella discussione e nella formazione politica del PD.

Per restare in contatto con noi scrivi a associazione@eudem.org