Emigrazione, mobilità, cittadinanza: Rapporto Italiani nel Mondo 2016

rapporto-italiani-nel-mondo-rim2016-www-aise-it

 

107.000, un numero di cui in questi giorni parlano tutti i quotidiani nazionali. Sono gli italiani che lo scorso anno si sono registrati ufficialmente come residenti all’estero. Dietro il clamore dei titoli sui “cervelli in fuga” c’è una complessità sociale che merita di essere approfondita, soprattutto considerando che il fenomeno dell’emigrazione italiana è anche molto più rilevante e che sono tantissimi a non registrarsi all’Aire. Nell’epoca della cittadinanza europea il tema dell’emigrazione va inserito in un contesto di mobilità e circolazione, non possiamo ridurci a fare un paragone con i flussi migratori degli anni ’50 e ’60. Per tutto questo è davvero prezioso il lavoro fatto dalla Fondazione Migrantes con il rapporto annuale “Italiani nel Mondo”. Soprattutto perché si porta il tema non solo all’attenzione degli addetti ai lavori e degli specialisti dell’emigrazione, ma di tutta l’opinione pubblica nazionale e della politica, che deve dare risposte ai temi posti dalla mobilità e dalla cittadinanza europea.

Della questione della nuova emigrazione si occupano costantemente i circoli del PD in Europa, segnaliamo in particolare un ebook pubblicato pochi mesi fa che fa un’analisi di tutti i vari aspetti del fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *